Compagnia teatrale amatoriale di Rosciano

Filmati

 

2009 - Chi t'ha mandat! - Si replica a PESARO

foto_chi_tha_mandat
Chi t'ha mandat ! --- SI REPLICA
Dopo il grande successo ottenuto al Politeama (5 repliche con il tutto esaurito), Il Guitto è di nuovo in scena.
Questa volta a Pesaro (in trasferta) presso la Sala della 5° circoscrizione in via Basento (Vismara), nell'ambito della rassegna TEATRO IN QUINTA 2009 - Venerdì a Teatro - Rassegna di teatro comico organizzata dalla 5^ Circoscrizione del Comune di Pesaro e dal Teatro di Pesaro La Piccola Ribalta (www.teatropiccolaribalta.it).
L'appuntamento è per Venerdì 20 marzo 2009 ore 21,15
Ingresso Libero

Adattamento in dialetto fanese di Stefano Guidi Regia di Glauco Faroni.

La commedia racconta le vicende di due amiche, Fiorenza ed Olivia.
Fiorenza è una donna tutta casa e famiglia che ricopre di mille premure il marito ed i figli per i quali nutre un'attenzione maniacale. Pignola e nevrotica fino all'inverosimile anche nelle faccende domestiche, un giorno si ritrova piantata in asso proprio dal marito, il quale esasperato, decide di troncare ogni rapporto.
A questo punto sola e "senza uno scopo nella vita" Fiorenza presa dai suoi pensieri arriva di fronte alla casa di Olivia, sua migliore amica, quella sera intenta a giocare a Trivial Pursuit insieme alle amiche Michi, Renata, Silvia e Vera. Le donne, già a conoscenza di quanto accaduto grazie ad una telefonata di Stelvio, marito di Michi, sono talmente rasserenate dal suo arrivo da decidere di andarsene all'istante per poter permettere all'amica Olivia di ospitare l'infelice malcapitata. Olivia che ha divorziato di recente da Filippo assiduo giocatore alle corse di cavalli, è disincantata, terribilmente disordinata e sola e proprio per questo, spaventata dell'arrivo della sua nevrotica amica poiché la percepisce come una minaccia sull'andamento della vita tranquilla che si è appena ricreata.
Nasce tra loro una convivenza esilarante, una strana coppia, appunto, che anche grazie all'entrata in scena di due giovani fratelli, giungerà ad esiti improbabili. Il gruppo ha scelto di mischiare ancor più le carte facendo una piccola rivoluzione nei ruoli delle amiche che verranno interpretati da uomini, rendendo ancor più surreale la vicenda ed esaltando i mondi femminili di Fio e Oliva messi confronto o, sarebbe meglio dire, giunti allo scontro.
Il gruppo si appresta ad affrontare la nuova stagione teatrale con la volontà di arricchire il suo repertorio con un testo che continua l'esplorazione del teatro d'autore rivisitato in chiave dialettale. A firmare la regia della nuova commedia è Glauco Faroni, regista col quale il gruppo in passato ha realizzato apprezzati e riusciti lavori caratterizzati dal fatto che non si sono fermati solo al lato comico del testo ma hanno sempre cercato d'inserire elementi di riflessione e di dare un tocco d'umanità alle caratterizzazioni dei personaggi.

11.03.2009. 21:58

Questo articolo non ha commenti.

Scrivi un commento

* richiesto

:

:

:


3 + 1 =

seguici seguici seguici

Twitter

A Emanuele

    Abbiamo perso un amico. Un grande amico che ha condiviso con noi per oltre trent'anni la passione per il teatro. Il vuoto che lascia è incolmabile.

    Ci mancheranno la sua bravura e la sua comicità, ma non sono le cose più importanti; ci mancherà la sua allegria contagiosa e sempre pronta a sdrammatizzare tutto.

    Ci mancherà la sua disponibilità (c'era da andare alla radio a fare uno spot o un'intervista, c'era da dire due parole sul palco, da leggere una poesia, da scrivere una canzone lo chiedevamo ad Emanuele e lui non si tirava mai indietro).

    Ci mancherà la sua travolgente vitalità.

    Niente per noi sarà più come prima perchè con Emanuele se ne va una parte importante del nostro gruppo.

    Pensare che le emozioni per un debutto, i nostri riti sul palco, le fatiche delle prove, le discussioni per la scelta di un testo e la gioia per uno spettacolo riuscito, sono cose che non potremo più vivere insieme, ci dà un'infinita tristezza, ma accanto a questo, le esperienze vissute e l'amicizia che ci ha legato in questi anni sono un patrimonio che ognuno di noi porterà con sè e nessuno ce lo potrà togliere.

    Ciao Emanuele

T'arcordi el varietà? Foto di Flavia Mei

Extra

    sponsor

    Cianfrusaglia2006 Cianfrusaglia2007