Compagnia teatrale amatoriale di Rosciano

Filmati

 

2010 - El let di mastrič

locandina 2010 La vicenda si svolge nell'abitazione di Dante Fontana e di sua moglie Giovanna.
L'appartamento, arredato secondo le idee di un estroso ed invadente architetto, è situato proprio sopra gli uffici di una nota società di tipografia, gestita appunto da Dante e dal suo socio Aldo.
L'uno serio e tranquillo, l'altro impertinente donnaiolo. Linda moglie di Aldo, stanca delle continue scappatelle del marito, decide di avventurarsi in una relazione extraconiugale e chiede aiuto alla sua amica Giovanna mostrandole anche un biglietto del suo spasimante. Biglietto che però viene lasciato inavvertitamente sul divano dove viene ritrovato da Dante il quale sospetta essere indirizzato a sua moglie.
Da qui parte l'intreccio della commedia che si sviluppa attraverso un susseguirsi di esilaranti equivoci ai quali fa da sfondo un letto un po' particolare, pieno di sorprese e di mastrič.

Lo spettacolo di quest'anno, adattato in dialetto fanese da Stefano Guidi, si articola su due piani: uno teatrale e l'altro cinematografico, vale a dire la rappresentazione si sviluppa parallelamente alla proiezione di immagini che interagiscono con quanto avviene sulla scena.
Per la regia teatrale il compito è stato affidato a Vittoria Lettieri che dopo una lunga militanza nel gruppo come attrice, ora si cimenta anche nel ruolo di regista.
La regia video invece è curata da Henry Secchiaroli giovane regista fanese che ha alle spalle un ricco percorso nell'ambito dell'immagine.
Questo incontro tra teatro e video, tra la tradizione del vernacolo e l'immagine cinematografica dà vita ad un insolito, ma stimolante connubio artistico che ci auguriamo possa portare elementi nuovi alla commedia dialettale.

Personaggi e interpreti:
Emanuele Manuelli Oscar
Claudia Sorcinelli Silvia
Mariella Longarini Giovanna
Elisa Pattis Linda
Florindo Piccini Dante
Filippo Guidi Aldo
Stefano Bernacchia Walter
Vittoria Lettieri Sig.ra Devitis
Chiara Di Pretoro Sig.na Bianchi

26.01.2010. 22:48

Wiseman in 24.12.2011. 07:51

Sharp thinking! Thanks for the answer.

Filippo Tranquilli in 23.02.2010. 10:54

Bravissimi!!! Ieri sera 22 febbraio 2010 ho assistito presso il Politeama al vostro "El let di mastric'" e mi sono divertito da matti "tant che me duleven le ganasch dal rida"! Complimenti per la recitazione, per il ritmo impresso -senza mai un calo di tono-, per le scene, i costumi la tecnica della sovrappozisione delle immagini (trovata eccellente)insomma per tutti ciò che avete espresso e grazie di cuore per avere finalmente riportato il dialetto autentito su quel palcoscenico!

Scrivi un commento

* richiesto

:

:

:


4 + 1 =

seguici seguici seguici

Twitter

A Emanuele

    Abbiamo perso un amico. Un grande amico che ha condiviso con noi per oltre trent'anni la passione per il teatro. Il vuoto che lascia è incolmabile.

    Ci mancheranno la sua bravura e la sua comicità, ma non sono le cose più importanti; ci mancherà la sua allegria contagiosa e sempre pronta a sdrammatizzare tutto.

    Ci mancherà la sua disponibilità (c'era da andare alla radio a fare uno spot o un'intervista, c'era da dire due parole sul palco, da leggere una poesia, da scrivere una canzone lo chiedevamo ad Emanuele e lui non si tirava mai indietro).

    Ci mancherà la sua travolgente vitalità.

    Niente per noi sarà più come prima perchè con Emanuele se ne va una parte importante del nostro gruppo.

    Pensare che le emozioni per un debutto, i nostri riti sul palco, le fatiche delle prove, le discussioni per la scelta di un testo e la gioia per uno spettacolo riuscito, sono cose che non potremo più vivere insieme, ci dà un'infinita tristezza, ma accanto a questo, le esperienze vissute e l'amicizia che ci ha legato in questi anni sono un patrimonio che ognuno di noi porterà con sè e nessuno ce lo potrà togliere.

    Ciao Emanuele

T'arcordi el varietà? Foto di Flavia Mei

Extra

    sponsor

    Cianfrusaglia2006 Cianfrusaglia2007